L’Irlanda, terra delle scommesse

È cosa risaputa che gli irlandesi amino gli sport.

Il Rugby è trattato alla stregua di una religione (i trofei internazionali cone il Sei Nazioni ed il Pro12 Cup sono momenti in cui l’intera nazione si ferma davanti al televisore), e le avventure della nazionale irlandese, a prescindere dallo sport in cui giochi, sono seguite con devozione e supporto scatenato dal pubblico: basti pensare all’incredibile tifo che ha ricevuto la squadra di calcio irlandese agli ultimi europei.

Cosa diffusa quanto il tifare per lo sport, è lo scommettere sullo sport. Non a caso l’Irlanda è chiamata “patria delle scommesse“: a prescindere da quale sia l’attività agonistica in ballo, vi sarà sempre un irlandese pronto a scommettervi sopra.

A differenza di altri paesi europei tra cui l’Italia, le scommesse non sono guardate senza alcun tipo di giudizio morale; è anzi frequente incontrare più volte a settimana intere famiglie agli ippodromi per passare la serata e far divertire i bambini assegnandogli un po’ di monetine da scommettere sul loro cavallo preferito. Sebbene il folklore leghi le scommesse allo sport dell’ippica, il successo maggiore è in realtà riscosso dal calcio.

La voglia di scommettere irlandese non si è fermata agli ippodromi ed agli stadi: uno dei principali portali irlandesi di scommesse online, il bookmaker Paddy Power, riscuote un successo incredibile anche all’estero e si occupa non soltanto delle scommesse su eventi sportivi (quindi scommesse sui campionati internazionali, ma anche eventi speciali come i mondiali), ma anche su occasioni socio-politiche (incarnando alla perfezione, nella sua versione “virtuale”, la propensione tutta irlandese per lo scommettere su qualsiasi cosa). I tanti siti di settore italiani, come Pronosticisulweb o ScommesseCommentiRecensioni prendono ispirazione proprio dai siti storici irlandesi.

Al fine di aiutare i diversi casi in cui lo scommettere sfocia in una vera e propria patologia, esistono numerose associazioni d’assistenza nonché portali governativi online (come ad esempio Gamble Aware) che sensibilizzano la popolazione sui pericoli che comporta il gioco compulsivo.